Provvedimenti

  • Considerazioni critiche sulla consultazione online sulle norme di rimodulazione dei Sussidi Ambientali Dannosi
    Un primo tenero passo verso la democrazia partecipativa?

    30 Aug 2020 - XR Italia
    XR Magazine Provvedimenti



    Potremmo partire con una riflessione sul concetto di democrazia

    Leggi tutto...
  • Breve storia triste delle Convenzioni Climatiche tra fuffa, disperazione e rabbia.

    28 Jul 2020 - Di Jacopo Simonetta
    XR Magazine Provvedimenti Società



    Ph. scattata a Madrid l’ultimo giorno della COP25 (dicembre 2019) per l’azione di XR: “what a pile of shite this was”
    Tutti i principali temi in cui si declina la catastrofe planetaria in corso (estinzione di massa, riscaldamento globale, traiettoria suicida della crescita economica e demografica, inquinamento globale, eccetera) erano già ben noti, nelle loro linee essenziali, quando si tenne il primo “Earth Summit” dell’ONU a Stoccolma nel lontano 1972. Ma allora perché questo e tutti i Summit per il Pianeta e per il Clima svolti da allora in avanti, compresa la COP25, non hanno avuto alcun impatto? Da allora le emissioni di CO₂ e altri gas serra non hanno fatto che aumentare, a discapito delle belle dichiarazioni di intenti. Abbiamo chiesto il suo punto di vista su questa vicenda al nostro redattore ecologo Jacopo Simonetta.

    Leggi tutto...
  • Può l’ecocidio diventare un crimine internazionale?

    15 Jul 2020 - Ben Cooke
    Notizie XR Magazine Provvedimenti Società



    La possibilità di rendere l’ecocidio un crimine internazionale è sempre più reale. La scorsa settimana il Presidente francese Emmanuel Macron ha dato la sua risposta ufficiale ai 150 membri sorteggiati della Convenzione Cittadina Per il Clima (CCC), che aveva convocato lo scorso anno per fornire al governo delle proposte per affrontare i cambiamenti climatici. Dopo 9 mesi di deliberazioni, il 99,3% dell’Assemblea ha chiesto che l’ecocidio fosse considerato un crimine. Il Presidente Macron ha promesso, a nome della Francia, di farsi portavoce della necessità di trasformazione dell’ecocidio in un crimine internazionale.

    Leggi tutto...
  • La Standing Rock Sioux Tribe ferma l’oleodotto!

    12 Jul 2020 - Manlio Pertout
    Notizie XR Magazine Provvedimenti



    La Tribù Sioux che vive nella riserva denominata Standing Rock, situata tra Nord e Sud Dakota, nella parte settentrionale degli Stati Uniti, è stata protagonista negli ultimi cinque anni di una famosa e sofferta battaglia ambientale, che in questi giorni ha segnato un importante punto di svolta. Un giudice federale ha decretato che i proprietari della “Dakota Access Pipeline” devono bloccare tutte le operazioni entro il 5 agosto, mentre il governo conduce una analisi completa sugli impatti ambientali che l’oleodotto potrebbe avere e i rischi per la Tribù Standing Rock Sioux.

    Leggi tutto...
  • Le emissioni sono calate ma è abbastanza?
    Le temperature potrebbero aumentare di 3 ° C oltre la media pre-industriale entro il 2050

    20 Jun 2020 - Domenico Barbato
    Notizie XR Magazine Società Provvedimenti



    Questo è il primo di due articoli incentrati sugli effetti che la pandemia ha avuto sulla qualità dell’aria e sulla possibile correlazione fra inquinamento e diffusione del virus covid-19, in questo articolo vedremo come il lockdown ha fatto sì che le emissioni subissero un brusco calo, cosa prima ritenuta impossibile. Nonostante la repentina discesa delle emissioni gli scienziati sono ancora molto preoccupati.

    Leggi tutto...
  • Piano integrato o parco disintegrato? Questo è il dilemma

    04 Jun 2020 - Simonetta Biagi e Jacopo Simonetta
    Azioni Notizie XR Toscana Provvedimenti



    Chiunque si occupi anche marginalmente di protezione della Natura e di biodiversità sa perfettamente che oggi in Italia, come nella quasi totalità del mondo, la aree protette (parchi naturali e riserve) non interessano ai legislatori o, peggio, sono considerate degli sprechi di spazio e di denaro. Essi invece sono uno degli strumenti più efficaci ed economici che abbiamo a disposizione per contrastare sia l’estinzione di massa che il riscaldamento climatico. In questo articolo approfondiamo la situazione del Parco di Migliarino – San Rossore- Massaciuccoli, che fu salvato dalle speculazioni 50 anni fa da una levata di scudi di intellettuali come Antonio Cederna e che i nostri ribelli stanno cercando con tutte le forze di proteggere oggi, e vi diamo i riferimenti su come contribuire alle azioni che XR Toscana sta portando avanti in queste settimane, e a cui tutti noi possiamo partecipare!

    Leggi tutto...
  • Perché continuiamo a considerare il legname energia rinnovabile?

    30 May 2020 - Jacopo Simonetta, ecologo
    XR Magazine Provvedimenti



    Una delle primissime attività ad essere state autorizzate in uscita dalla quarantena per il covid-19 sono stati i tagli boschivi; fra l’altro in primavera, cioè nel momento peggiore possibile sia dal punto di vista degli impatti ambientali, sia da quello della qualità del legname raccolto. Del resto, l’idea che i tagli boschivi siano un’attività vitale per il paese è un’idea largamente condivisa fra i decisori politici. Già nel 2018 fu approvato un decreto-legge denominato “Testo unico in materia di foreste e filiere forestali” in attuazione del quale è ora in corso di definizione una “Strategia Forestale Nazionale”. Al di là delle encomiabili dichiarazioni di principio, la sostanza di entrambi questi documenti è che ci si aspetta una crescita della domanda di legname dagli attuali 3 miliardi di metri cubi annui a 8,5 miliardi nel 2030 e ben 13 miliardi nel 2050. Il sottotesto di questi documenti è che le foreste li dovranno fornire, anche contro la volontà dei proprietari, perché questo esige il mercato. Nel frattempo, la Commissione Europea ha proposto una sostanziale revisione della vigente direttiva “RED 2”, per disincentivare l’uso energetico del legname ed estendere le aree strettamente protette, con particolare riguardo alle foreste più vecchie (che sono anche quelle particolarmente desiderabili per le ditte del legname). Vedremo cosa uscirà dalla contrattazione fra la Commissione ed i diversi governi nazionali e quali foreste saranno ancora in piedi quando la nuova direttiva diventerà operativa. Nel frattempo con questo articolo a firma del nostro redattore ecologo Jacopo Simonetta, cerchiamo di capire meglio come funzionano i boschi ed entro quali limiti il loro sfruttamento può essere considerato autenticamente sostenibile.

    Leggi tutto...
  • Se lo stato non ci protegge, facciamo causa allo stato!
    Dopo la sentenza storica che obbliga l’Olanda a tagliare le emissioni di CO2 ora tocca all’Italia

    05 Mar 2020 - di Carolina Pozzo
    Notizie Provvedimenti



    Una buona notizia! Dopo una battaglia legale durata sette anni, portata avanti da 886 cittadini, rappresentati dalla ONG Urgenda Foundation, lo scorso 21 dicembre si è infine arrivati al verdetto finale che obbliga il governo olandese a far fronte alla crisi climatico-ambientale, confermando quanto i diritti umani siano messi a rischio dall’inazione dei governi. Una decisione che va oltre i confini nazionali, la più importante sentenza che sia stata mai pronunciata in merito a questioni ambientali. Per la prima volta uno Stato, portato in tribunale dai suoi cittadini, viene condannato per non aver fatto abbastanza per contrastare gli effetti dei cambiamenti climatici e, soprattutto, le azioni per il clima sono considerate strettamente legate ai diritti umani. La sentenza della Corte Suprema olandese ha sancito un principio fondamentale: la salvaguardia dell’ambiente non è a discrezione della politica, ma un obbligo per tutelare la salute dei cittadini. L’esecutivo di Amsterdam deve fare di più perché il governo ha l’obbligo di proteggere la vita dei suoi cittadini. Questa sentenza può fare scuola e potrebbe avere un riscontro anche nella causa attualmente portata avanti in Italia, grazie alla campagna “Giudizio Universale”.

    Leggi tutto...
  • E se questo fosse il punto di svolta?

    28 Feb 2020 - XR Italia
    Notizie Provvedimenti



    I tempi stanno cambiando.

    Grandi notizie dalla Gran Bretagna: il tribunale di appello ha bloccato la costruzione della terza pista di Heathrow in quanto va contro la dichiarazione di emergenza climatica adottata dal governo inglese e non permette al paese di rispettare gli obiettivi di Parigi. Il governo UK ha fatto sapere che accetterà la decisione della corte. La notizia relativa all’aeroporto di Heathrow è particolarmente significativa, perché nell’ordinamento giuridico inglese (common law) le sentenze fanno giurisprudenza e quindi questa potrebbe essere solo la prima di una serie di sentenze analoghe.

    Oggi vogliamo fermarci un attimo e riflettere su questo storico provvedimento, e su ciò che esso significa. Il business as usual non ha un futuro su questo Pianeta. Quale segnale più grande potremmo aspettare se non l’annullamento di un iconico progetto infrastrutturale come la terza pista di Heathrow?

    Leggi tutto...
  • Una nuova, urgente "tabella di marcia per il recupero" potrebbe invertire l'apocalisse degli insetti

    10 Feb 2020 - Patrick Greenfield, tradotto da XR Italia
    XR Magazine Notizie Provvedimenti



    Come si evince da una notevole mole di letteratura scientifica, e come argomentato nell’ultimo articolo di XR Magazine, siamo in presenza di una “apocalisse” o “Armageddon” degli insetti, con un declino equivalente all’82% della biomassa di insetti. Il mondo deve sradicare l’uso dei pesticidi, dare priorità ai metodi di coltivazione basati sulla natura e ridurre urgentemente l’inquinamento acquatico, luminoso e acustico per frenare il rapidissimo declino delle popolazioni di insetti, secondo una nuova “tabella di marcia per il recupero degli insetti” redatta da esperti. L’eliminazione dei pesticidi e fertilizzanti di sintesi e drastiche riduzioni delle emissioni sono tra le soluzioni delineate dagli scienziati. In calce all’articolo sono presenti domande e risposte che spiegano le motivazioni dell’importanza delle popolazioni di insetti per la vita umana.

    Leggi tutto...
  • REWILDING: una soluzione basata sulla natura

    01 Feb 2020 - A cura del Gruppo Nazionale Scientifico di XR Italia
    XR Magazine Provvedimenti Società



    Quello compreso tra 2020 e 2030 è stato dichiarato dalle Nazioni Unite il “Decennio del ripristino ecologico”. In tal senso, numerose associazioni ambientaliste e orientate al Rewilding hanno fatto notare come il cosiddetto “Green Deal per l'Europa”, per essere credibile, dovrebbe porre molta più enfasi sulle soluzioni basate sulla natura e sul recupero degli ecosistemi su larga scala come chiavi per mitigare l'attuale emergenza climatica ed ecologica. Tuttavia i decisori politici spesso sono diffidenti rispetto a questo tipo di interventi, che richiedono la conservazione e il recupero degli ecosistemi; talvolta sono apertamente ostili. In questo articolo spieghiamo cosa si intende per Rewilding, e perché ha il potenziale di mitigare in modo significativo i cambiamenti climatici e invertire il declino della biodiversità.

    Leggi tutto...
  • La maledizione del marmo apuano

    09 Jan 2020 - Jacopo Simonetta
    XR Magazine Provvedimenti



    Le cave di marmo di Carrara - Edward Burtynsky


    A ridosso delle ferie natalizie il Comune di Massa (Toscana) ha approvato l'apertura di ben sette nuove cave, alcune poste oltre i 1600 m di altezza e dentro il territorio del Parco Regionale delle Alpi Apuane. Quello del marmo apuano è un affare in cui alcune decine di persone si arricchiscono in modo difficile da credere, un paio di migliaia ne ricavano un buono stipendio; mentre più di 200.000 pagano molto caro, senza neppure accorgersene. Senza considerare le perdite che riguardano l'umanità intera, visto che proprio queste montagne sono uno "hot spot" di biodiversità a livello europeo e mondiale.

    Leggi tutto...