Io, anima estinta, vi racconto la mia apparizione terrena a Milano durante la Settimana della moda

25 Feb 2020 - XR Italia
Azioni Notizie XR Lombardia



In occasione della Settimana della Moda, sabato 22 Febbraio un corteo di Anime Estinte ha sfilato per le vie di Milano. Ecco il reportage dal punto di vista di uno dei ribelli partecipanti.

Sono l’anima di una povera donna, morta in Burkina Faso per mancanza di acqua potabile dovuta alle colture intensive di cotone. Insieme ad altre 20 anime estinte ho sfilato sabato 22 febbraio scorso nel centro di Milano per ricordare agli umani viventi il drammatico destino che li attende a breve per via della catastrofe ecologica e climatica.

post-picture

Per un prodigio spazio-temporale del gruppo milanese di Extinction Rebellion che ci ha consentito questa insolita reunion, io sarò morta solo nel 2027. Ma con me c’erano tante anime di persone già estinte a causa della crisi climatica e del collasso ambientale in corso: anime di migranti che nel 2017 hanno cercato invano di raggiungere l’Europa attraverso il Mediterraneo, di un produttore di cotone suicidatosi in India nel 2015 per i debiti accumulati nei confronti della Monsanto, di un volontario assassinato nel 2019 in Amazzonia perché tentava di proteggere la foresta, di chi morirà l’anno prossimo per aver respirato per tutta la vita l’aria tossica di Milano, e tante altre ancora. Oltre alle anime di noi umani, erano con noi anche gli spiriti di milioni di alberi del Triveneto abbattuti dalla tempesta Vaia del 2018 e quelli di tanti innocenti animali morti per i nuovi incendi che si svilupperanno quest’anno in Australia.

post-picture

Veniamo da un universo immateriale, ma quando ci siamo trovati tutti insieme in San Babila, nella piazzetta antistante l’omonima chiesa, per iniziare il corteo, ci si è parata davanti una città paradossale: viva, ma al tempo stesso spettrale per l’apparente mancanza di empatia e compassione. Una città sprofondata nel suo edonismo consumistico, animata di persone spesso indifferenti alla nostra presenza o che si avvicinavano per il solo desiderio di fotografarci con il loro smartphone.

Procedevamo faticosamente tra la folla di corso Vittorio Emanuele, cercando di farci largo tra capannelli di persone anche con l’aiuto dei ribelli di XR che annunciavano a gran voce la nostra presenza e cercavano di dare conforto a chi di noi avesse bisogno. Io mi sentivo disorientata in mezzo a tutta quella confusione e provavo a incrociare lo sguardo dei numerosi umani che fissavano il mio aspetto immateriale e le motivazioni della mia morte che recavo scritte sul mio busto: intere famiglie che mangiavano il gelato, gruppi di giovanissimi vestiti alla moda, coppie di trentenni mano nella mano, donne orientali con una improbabile mascherina antivirus tirata sugli occhi, persone la cui presenza era giustificata dalla fittizia convinzione di essere nell’ombelico del mondo, persone straniere curiose di leggere le poche righe della mia storia, che però non riuscivano a tradurre…

post-picture

Li guardavo negli occhi concentrandomi sul ricordo del mio dolore umano e, inaspettatamente, alcuni di essi sembravano uscire per un attimo dal triste carnevale nel quale erano calati e trasalivano leggendo le poche righe di presentazione che mi portavo addosso. Come colpiti da un soprassalto di consapevolezza, c’era chi ricomponeva la sua espressione diventando improvvisamente serio, chi invece annuiva come per mostrarmi la sua solidarietà. Una donna anziana dopo avere letto, ha mormorato: “Poveretta”. Una ragazza ha scambiato lo sguardo con il suo ragazzo e mi è sembrato le si inumidissero gli occhi. Inaspettatamente per la mia condizione, anch’io ho provato empatia per le tante persone che, a modo loro, mi mostravano la loro solidarietà e, se fossi stata umana, avrei forse provato a suggerire loro che milioni di altri sacrifici come il mio si potrebbero ancora evitare…

post-picture

Proseguendo per la Galleria Vittorio Emanuele II e piazza alla Scala ci siamo diretti verso uno dei quartieri-chiave della perdizione dei viventi, dove si concentrano le “case” delle grandi firme della moda che proprio in quei giorni festeggiavano l’apoteosi della settimana a loro dedicata. Siamo poi entrate in via Montenapoleone e via Spiga, un quartiere per noi estremamente pesante da attraversare, visto che consumismo estremizzato da bisogni indotti, coniugato con speculazione e sovrasfruttamento delle risorse naturali costituiscono le cause maggiori - insieme agli allevamenti intensivi e l’industria basata sul fossile - della catastrofe ambientale: ho avuto la sensazione di entrare in uno dei gironi infernali più feroci. Alcune delle persone presenti in quelle vie (un’anima più giovane, estinta da poco, mi ha detto che erano presenti anche numerosi Vip) non sembravano neppure notare la nostra presenza oppure la scambiavano per la trovata pubblicitaria di una maison e ci chiedevano di farci fotografare con loro. Insomma: incomunicabilità quasi totale, purtroppo.

post-picture

È stato in quei momenti, in via Montenapoleone, anche a causa di un blocco stradale non causato da noi ma che ci ha consentito di scendere dai marciapiedi e di occupare il suolo stradale, che ho potuto davvero riflettere sull’efficacia della nostra fugace apparizione terrena: è molto difficile che in quell’inferno noi anime estinte, e i ribelli di XR, riescano a portare consapevolezza. Piangevamo dentro di noi per alcune di quelle persone, nel timore che fossero anch’esse già virtualmente estinte, vendute a interessi economici, perse nell’egotismo senza rimedio che le rendeva incapaci persino di vederci… Tuttavia nel mare di persone che abbiamo incontrato durante il nostro breve cammino abbiamo colto segnali di un possibile ascolto, di una connessione empatica con chi soffre adesso e soffrirà in futuro.

In fondo la “Teoria del cambiamento” dei nostri amici ribelli sostiene che per fermare la catastrofe ambientale basterebbe far rinsavire il 3,5 % della popolazione, almeno per iniziare. E se noi fossimo riusciti a lasciare un segno a tutte le persone che durante la nostra fugace apparizione hanno mostrato empatia nei nostri confronti, quella percentuale non sarebbe poi così lontana. Soprattutto se i ribelli decideranno di chiamarci nuovamente per una nuova immersione umana. E se lo faranno, io certamente ci sarò. Perché in vita sono sempre stata fiduciosa, e mi sarà lieve, anche da anima estinta, fare ancora qualcosa per i miei discendenti terreni.

Nota:

Le foto, scattate da una ribelle milanese, sono state rese disponibili in alta qualità sulla cartella seguente:

https://drive.google.com/drive/folders/1ypBvO-zkDZ7uiHc8kSZMGqGGQPmvVzUq

post-picture

Ultimi Articoli
  • Nella lotta nonviolenta e nella disobbedienza civile vince l’ostinazione
    Fiorella Carollo • 04 Apr 2020
  • Se non ora quando? Che fine farà il “business as usual”?
    XR Italia • 01 Apr 2020
  • Picco per Capre
    di Luca Pardi e Jacopo Simonetta • 28 Mar 2020
  • Tutti i post...

    categorie
    Formazione
  • Learning Rebellion
    Daniele e Camilla • 13 Jun 2019

  • Ribellione Internazionale
  • Settimana della Ribellione
    XR Italia • 16 Sep 2019
  • Crowdfunding: Sostieni la Ribellione!
    XR Italia • 13 Sep 2019

  • Notizie
  • Cosa abbiamo capito sul Covid-19
    Jacopo Simonetta • 21 Mar 2020
  • Extinction Rebellion e FFF: "Discobedience al balcone!"
    XR Italia • 20 Mar 2020
  • Extinction Rebellion plaude alla capacità della comunità internazionale di agire con urgenza
    XR Italia • 16 Mar 2020
  • Perché non trattiamo la crisi climatica con la stessa urgenza del Coronavirus ?
    Owen Jones, The Guardian • 09 Mar 2020
  • Le donne nel mondo denunciano l'impatto sproporzionato del cambiamento climatico sulle donne
    XR Italia • 07 Mar 2020
  • Se lo stato non ci protegge, facciamo causa allo stato!
    di Carolina Pozzo • 05 Mar 2020
  • Di fronte all’inazione c’è solo la ribellione nonviolenta
    XR Italia • 29 Feb 2020
  • E se questo fosse il punto di svolta?
    XR Italia • 28 Feb 2020
  • La piaga delle locuste è calata sull'Africa orientale. Il cambiamento climatico pare essere la causa.
    Madeleine Stone, trad. XR Italia • 26 Feb 2020
  • Io, anima estinta, vi racconto la mia apparizione terrena a Milano durante la Settimana della moda
    XR Italia • 25 Feb 2020
  • Discobedience lagunare
    XR Italia • 22 Feb 2020
  • Un'onda “diSCObbediente" vi seppellirà
    XR Italia • 21 Feb 2020
  • Dichiarazione di ribellione:
    XR Italia • 20 Feb 2020
  • È Ora di Concentrarsi: Meditazione Ribelle
    XR Piemonte • 20 Feb 2020
  • Non c’è Carnevale in fondo al mare
    XR Italia • 19 Feb 2020
  • Partecipate alla sfilata delle Anime Estinte:
    XR Italia • 18 Feb 2020
  • Come boicottare il settore tessile in poche semplici mosse
    XR Italia • 15 Feb 2020
  • Una nuova, urgente "tabella di marcia per il recupero" potrebbe invertire l'apocalisse degli insetti
    Patrick Greenfield, tradotto da XR Italia • 10 Feb 2020
  • Workshop di design collaborativo
    XR Italia • 07 Feb 2020
  • Non è una crisi (soltanto) climatica
    Marco Salvatori • 05 Feb 2020
  • Lettere d'amore a madre Terra
    XR Families Italia • 30 Jan 2020
  • L'allevamento industriale è uno dei peggiori crimini della storia
    XR Italia • 18 Jan 2020
  • L’ambiente nel 2050: città allagate, migrazione forzata - e l’Amazzonia che si trasforma in savana
    di Jonathan Watts, editore scientifico del The Guardian • 04 Jan 2020
  • L'Australia registra il giorno più caldo di sempre - un giorno dopo il record precedente
    XR Italia • 21 Dec 2019
  • “Regali liberati” nel centro di Trento
    XR Italia • 20 Dec 2019
  • Con l’aumento delle temperature, lo strato di ghiaccio nel Mar Glaciale Artico sta scendendo a livelli 'allarmanti'
    Ian Sample, editore scientifico del The Guardian, trad. XR Italia • 17 Dec 2019
  • Restare uniti e rilanciare la ribellione: alla fine di COP25 parte la consultazione sulle Richieste globali di XR
    XR Italia • 14 Dec 2019
  • Guterres: gli impegni di Parigi non bastano, vanno aumentati di 5 volte
    XR Italia • 12 Dec 2019
  • Riscaldamento globale più diseguaglianza sociale = ricetta per il caos - basti guardare al Cile
    Maisa Rojas, coordinatrice scientifica della COP25, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • I colloqui della COP25 sul clima non riescono a far fronte all'urgenza della crisi
    Fiona Harvey - Madrid, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • Un appello dai genitori alla COP25
    XR Families Italia • 09 Dec 2019
  • Con FFF e Earth Strike per dire no alla Fast Fashion
    XR Lucca Pisa Livorno • 08 Dec 2019
  • Storica marcia per il clima: mezzo milione di persone in strada a Madrid
    XR Italia • 07 Dec 2019
  • Ultimatum per l'umanità: il tempo è quasi scaduto
    XR Italia • 06 Dec 2019
  • #UltimatumCOP25: Extinction Rebellion c’è
    XR Italia • 01 Dec 2019
  • La fame di essere ascoltati
    XR Milano • 30 Nov 2019
  • Cavalcata Ribelle 9 Novembre 2019
    Leonardo (XR Milano) • 10 Nov 2019
  • Corridoio umano contro la deforestazione
    XR Piemonte • 29 Oct 2019
  • XR Italia a fianco di chi evidenzia le responsabilità dell’industria della moda
    XR Italia • 28 Oct 2019
  • Più di cento personaggi del mondo dello spettacolo firmano una lettera aperta ai media per spalleggiare Extinction Rebellion
    XR Italia • 20 Oct 2019

  • XR Magazine
  • Nella lotta nonviolenta e nella disobbedienza civile vince l’ostinazione
    Fiorella Carollo • 04 Apr 2020
  • Se non ora quando? Che fine farà il “business as usual”?
    XR Italia • 01 Apr 2020
  • Picco per Capre
    di Luca Pardi e Jacopo Simonetta • 28 Mar 2020
  • Cosa abbiamo capito sul Covid-19
    Jacopo Simonetta • 21 Mar 2020
  • Ho avuto un'infanzia gloriosamente selvaggia.
    di Cressida Cowell, The New York Times • 17 Mar 2020
  • Non c'è alternativa a Facebook? Vi presentiamo i social ribelli
    XR Italia • 12 Mar 2020
  • E se smettessimo di fingere?
    Jonathan Franzen • 11 Mar 2020
  • Guarire la Terra guarendo noi stessi
    di Kaira Jewel Lingo • 04 Mar 2020
  • Di fronte all’inazione c’è solo la ribellione nonviolenta
    XR Italia • 29 Feb 2020
  • La piaga delle locuste è calata sull'Africa orientale. Il cambiamento climatico pare essere la causa.
    Madeleine Stone, trad. XR Italia • 26 Feb 2020
  • Una nuova, urgente "tabella di marcia per il recupero" potrebbe invertire l'apocalisse degli insetti
    Patrick Greenfield, tradotto da XR Italia • 10 Feb 2020
  • Non è una crisi (soltanto) climatica
    Marco Salvatori • 05 Feb 2020
  • REWILDING: una soluzione basata sulla natura
    A cura del Gruppo Nazionale Scientifico di XR Italia • 01 Feb 2020
  • “È una crisi, non un cambiamento”: le parole e le immagini per Dire la Verità
    XR Italia • 28 Jan 2020
  • Nel 2030 abbiamo posto fine all'emergenza climatica! Ecco come
    E. Holthaus, tradotto da XR Italia • 24 Jan 2020
  • I limiti alla crescita
    XR Italia • 21 Jan 2020
  • L'allevamento industriale è uno dei peggiori crimini della storia
    XR Italia • 18 Jan 2020
  • Bloody Fashion: cosa c'è dietro la capitale della Moda?
    XR Milano • 13 Jan 2020
  • Stop alla distruzione degli ecosistemi: salviamo le Alpi Apuane
    XR Toscana • 12 Jan 2020
  • La maledizione del marmo apuano
    Jacopo Simonetta • 09 Jan 2020
  • Il 2020 può essere l’anno in cui ricarichiamo noi stessi (e la natura)
    XR Italia • 09 Jan 2020
  • L’ambiente nel 2050: città allagate, migrazione forzata - e l’Amazzonia che si trasforma in savana
    di Jonathan Watts, editore scientifico del The Guardian • 04 Jan 2020
  • Carola Rackete, Il mondo che vogliamo. Appello all’ultima generazione, Milano, 2019, Garzanti.
    XR Italia • 03 Jan 2020
  • Riscaldamento globale più diseguaglianza sociale = ricetta per il caos - basti guardare al Cile
    Maisa Rojas, coordinatrice scientifica della COP25, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • Extinction Rebellion sta creando una nuova narrativa della crisi climatica ed ecologica
    Charlotte Du Cann, New York Times, trad. XR Italia • 09 Dec 2019
  • “Dichiarazione di emergenza climatica”: l’importanza di salvaguardare la biosfera e i servizi ecosistemici
    Jacopo Simonetta • 03 Dec 2019

  • Azioni
  • Extinction Rebellion e FFF: "Discobedience al balcone!"
    XR Italia • 20 Mar 2020
  • Io, anima estinta, vi racconto la mia apparizione terrena a Milano durante la Settimana della moda
    XR Italia • 25 Feb 2020
  • Extinction Rebellion Italia blocca il ponte dell’Accademia
    XR Italia • 23 Feb 2020
  • Discobedience lagunare
    XR Italia • 22 Feb 2020
  • Un'onda “diSCObbediente" vi seppellirà
    XR Italia • 21 Feb 2020
  • Dichiarazione di ribellione:
    XR Italia • 20 Feb 2020
  • È Ora di Concentrarsi: Meditazione Ribelle
    XR Piemonte • 20 Feb 2020
  • Partecipate alla sfilata delle Anime Estinte:
    XR Italia • 18 Feb 2020
  • Extinction Rebellion in azione a piazzale Flaminio nel giorno di San Valentino
    XR Italia • 14 Feb 2020
  • Cambiamo disco!
    XR Italia • 08 Feb 2020
  • L'Australia è in fiamme! Sit-in di Extinction Rebellion in piazza della Repubblica a Firenze
    XR Italia • 17 Jan 2020
  • Una trappola di fuoco davanti all’ambasciata australiana di Roma
    XR Italia • 15 Jan 2020
  • Bloody Fashion: cosa c'è dietro la capitale della Moda?
    XR Milano • 13 Jan 2020
  • Stop alla distruzione degli ecosistemi: salviamo le Alpi Apuane
    XR Toscana • 12 Jan 2020
  • “Regali liberati” nel centro di Trento
    XR Italia • 20 Dec 2019
  • Ultimatum alla Regione Piemonte
    XR Piemonte • 18 Dec 2019
  • Morti per il clima: performance di Extinction Rebellion al laghetto dell’EUR
    XR Italia • 15 Dec 2019
  • Due sub in pieno centro a Genova
    XR Genova • 11 Dec 2019
  • Sciopero Globale del 29 Novembre: arte e cortei a Torino
    XR Piemonte • 05 Dec 2019

  • Dicono di noi
  • Extinction Rebellion sta creando una nuova narrativa della crisi climatica ed ecologica
    Charlotte Du Cann, New York Times, trad. XR Italia • 09 Dec 2019

  • XR Families
  • Ho avuto un'infanzia gloriosamente selvaggia.
    di Cressida Cowell, The New York Times • 17 Mar 2020