Con l’aumento delle temperature, lo strato di ghiaccio nel Mar Glaciale Artico sta scendendo a livelli 'allarmanti'

17 Dec 2019 - Ian Sample, editore scientifico del The Guardian, trad. XR Italia
Notizie



Quest'estate, lo strato di ghiaccio che ricopre il Mar Glaciale Artico è sceso al secondo livello minimo mai registrato, proseguendo su una traiettoria discendente che sta sconvolgendo gli ecosistemi marini e rendendo sempre più precaria la vita di più di 70 comunità indigene che vivono intorno al Mare di Bering.

post-picture La nave della Guardia costiera canadese Louis S. St-Laurent si lega alla rompighiaccio della guardia costiera Healy nell’Oceano Artico il 5 settembre 2009. Foto di Patrick Kelley, US Coast Guard.


Il report annuale del “National Oceanic and Atmospheric Administration” (NOAA)[1] sullo stato dell’Artico ha rivelato che la temperatura media annua dell’aria nel 2019 è stata di 1,9° C al di sopra della media di lungo periodo, registrata dal 1981 al 2010: la seconda più alta da quando sono iniziate le registrazioni nel 1900.

post-picture Credits: NOAA Climate.gov adattato da ARC 2019


A causa dell’aumento delle temperature, il ghiaccio si è formato più tardi in inverno e si è sciolto prima in estate, riducendo l’estensione dello strato di ghiaccio marino artico alla fine dell’estate al secondo livello più basso da quando i satelliti hanno iniziato a monitorarne la copertura 41 anni fa.

Negli ultimi anni l’estensione del ghiaccio artico ha avuto un crollo drammatico. La copertura di ghiaccio del Mar Glaciale Artico è scesa a 4,15 milioni di km quadrati il 18 settembre 2019, il 33% in meno rispetto al minimo medio del periodo 1981-2010.

“Ogni anno in cui questa situazione si presenta, è più allarmante”, ha affermato Donald Perovich, coautore del report e professore di ingegneria al Dartmouth College (New Hampshire, USA). “Nel 2007 c’è stata una forte riduzione dell’estensione di ghiaccio a fine estate e non siamo mai più tornati ai livelli precedenti”, ha aggiunto.

Il ghiaccio vecchio, quello che ha più di quattro anni, un tempo dominava l’Artico, ma ora costituisce solo una piccola frazione del ghiaccio totale.[2] “Nel complesso, la copertura di ghiaccio del Mare Glaciale Artico si è trasformata dalla massa di ghiaccio più vecchia, spessa e forte degli anni ’80 a una massa di ghiaccio più giovane, più sottile e più fragile negli ultimi anni”, rivela il report presentato martedì scorso alla conferenza dell’American Geophysical Union in San Francisco.

post-picture

In Groenlandia, un’ondata di caldo estivo ha prodotto uno scioglimento tra i peggiori mai registrati: i dati satellitari dal 2002 al 2019 mostrano che la calotta glaciale ha perso in media circa 267 miliardi di tonnellate di ghiaccio all’anno

post-picture

L’Artico è particolarmente vulnerabile alla crisi climatica, con temperature dell’aria annuali che aumentano il doppio della media globale. Parte del motivo è che il ghiaccio marino riflette i raggi del sole rimandandoli indietro nello spazio ma, quando si scioglie, causa un circolo vizioso (ciclo di feedback) in cui la minore quantità di ghiaccio lascia esposta più superficie marina scura, che assorbe più calore e spinge ancora maggiori quantità di ghiaccio a sciogliersi.

L’aumento delle temperature dell’aria e del mare sta già sconvolgendo la vita di oltre 70 comunità indigene che vivono intorno al Mare di Bering, dove quest’anno il ghiaccio marino ha mancato di poco un record negativo assoluto. La caccia sul ghiaccio sta diventando più pericolosa e l’accesso agli alimenti di sussistenza si sta riducendo, hanno affermato gli autori del rapporto. Inoltre, mentre la regione si riscalda, le specie ittiche dell’Artico si stanno ritirando in acque più settentrionali.

post-picture

“Questi cambiamenti stanno creando un mondo che non ci piacerà, con più tempeste e livelli del mare più alti. Ora è il momento di iniziare a fare tutto il possibile per ridurre i gas serra nell’atmosfera e per produrne meno, perché è questo che causa quello che vediamo”, ha affermato Erich Osterberg, professore associato di Scienze della Terra presso il Dartmouth College, che non ha contribuito al rapporto.

“Sono cambiamenti enormi, e sono spaventosi anche per noi scienziati che li studiamo di mestiere”, ha aggiunto. “È drammatico. È proprio solo nell’ultimo decennio o due che questi cambiamenti sono diventati eccezionali”.

Jack Landy, che studia il ghiaccio marino artico all’Università di Bristol, ha dichiarato: “Stiamo attraversando un punto di non ritorno nell’Artico, dove ampie regioni come il mare di Chukchi - un tempo coperto dal ghiaccio marino tutto l’anno - ora possono essere prive di ghiaccio anche in pieno inverno.

Gli scienziati concordano sul fatto che la copertura del ghiaccio marino artico avrà un futuro più roseo se manteniamo l’aumento delle temperature globali a 1,5°C anziché a 2°C al di sopra dei livelli preindustriali”, ha aggiunto.[3]


Articolo tradotto da questo pezzo:

https://www.theguardian.com/world/2019/dec/10/arctic-sea-ice-cover-falls-to-alarming-low-as-temperatures-rise

Nota per il lettore:

Il report dell’Amministrazione Nazionale oceanica e Atmosferica USA di quest’anno contiene anche un importante messaggio di avvertimento sul permafrost, terreno ghiacciato che immagazzina circa 10 volte più carbonio dell’Amazzonia. L’aumento delle temperature sta causando il disgelo del permafrost. Ciò significa in primo luogo che molte famiglie indigene stanno perdendo l’accesso ai loro mezzi tradizionali per conservare il cibo nelle cantine di ghiaccio. Ma gli impatti di ciò sono estremamente preoccupanti anche per il resto del mondo. Il report di quest’anno mostra che lo scioglimento del permafrost rilascia nell’atmosfera anidride carbonica a un ritmo più veloce di quello a cui le piante della regione riescono ad assorbirla. Le stime sulla quantità di anidride carbonica emessa dall’Artico vanno da 300 a 600 milioni di tonnellate. Queste emissioni indicano che l’Artico non solo è influenzato dalla crisi climatica. Ora sta contribuendo ad aggravarla.

Fonte: https://www.noaa.gov/media-release/arctic-report-card-record-territory-for-warm-temperatures-loss-of-snow-and-ice


[1]https://www.noaa.gov/ Amministrazione Nazionale Oceanica e Atmosferica degli Stati Uniti d’America, il report è uscito il 10 dicembre 2019

[2]Nel marzo 1985, il ghiaccio vecchio rappresentava il 33% del ghiaccio marino artico, ma ne rappresentava solo l’1,2% a marzo di quest’anno

[3]Qui le misure necessarie a raggiungere questo traguardo secondo il segretario generale dell’ONU Guterres: https://extinctionrebellion.it/notizie/2019/12/12/Guterres-impegni-Parigi-non-bastano-vanno-aumentati-5-volte/


Ultimi Articoli
  • Nella lotta nonviolenta e nella disobbedienza civile vince l’ostinazione
    Fiorella Carollo • 04 Apr 2020
  • Se non ora quando? Che fine farà il “business as usual”?
    XR Italia • 01 Apr 2020
  • Picco per Capre
    di Luca Pardi e Jacopo Simonetta • 28 Mar 2020
  • Tutti i post...

    categorie
    Formazione
  • Learning Rebellion
    Daniele e Camilla • 13 Jun 2019

  • Ribellione Internazionale
  • Settimana della Ribellione
    XR Italia • 16 Sep 2019
  • Crowdfunding: Sostieni la Ribellione!
    XR Italia • 13 Sep 2019

  • Notizie
  • Cosa abbiamo capito sul Covid-19
    Jacopo Simonetta • 21 Mar 2020
  • Extinction Rebellion e FFF: "Discobedience al balcone!"
    XR Italia • 20 Mar 2020
  • Extinction Rebellion plaude alla capacità della comunità internazionale di agire con urgenza
    XR Italia • 16 Mar 2020
  • Perché non trattiamo la crisi climatica con la stessa urgenza del Coronavirus ?
    Owen Jones, The Guardian • 09 Mar 2020
  • Le donne nel mondo denunciano l'impatto sproporzionato del cambiamento climatico sulle donne
    XR Italia • 07 Mar 2020
  • Se lo stato non ci protegge, facciamo causa allo stato!
    di Carolina Pozzo • 05 Mar 2020
  • Di fronte all’inazione c’è solo la ribellione nonviolenta
    XR Italia • 29 Feb 2020
  • E se questo fosse il punto di svolta?
    XR Italia • 28 Feb 2020
  • La piaga delle locuste è calata sull'Africa orientale. Il cambiamento climatico pare essere la causa.
    Madeleine Stone, trad. XR Italia • 26 Feb 2020
  • Io, anima estinta, vi racconto la mia apparizione terrena a Milano durante la Settimana della moda
    XR Italia • 25 Feb 2020
  • Discobedience lagunare
    XR Italia • 22 Feb 2020
  • Un'onda “diSCObbediente" vi seppellirà
    XR Italia • 21 Feb 2020
  • Dichiarazione di ribellione:
    XR Italia • 20 Feb 2020
  • È Ora di Concentrarsi: Meditazione Ribelle
    XR Piemonte • 20 Feb 2020
  • Non c’è Carnevale in fondo al mare
    XR Italia • 19 Feb 2020
  • Partecipate alla sfilata delle Anime Estinte:
    XR Italia • 18 Feb 2020
  • Come boicottare il settore tessile in poche semplici mosse
    XR Italia • 15 Feb 2020
  • Una nuova, urgente "tabella di marcia per il recupero" potrebbe invertire l'apocalisse degli insetti
    Patrick Greenfield, tradotto da XR Italia • 10 Feb 2020
  • Workshop di design collaborativo
    XR Italia • 07 Feb 2020
  • Non è una crisi (soltanto) climatica
    Marco Salvatori • 05 Feb 2020
  • Lettere d'amore a madre Terra
    XR Families Italia • 30 Jan 2020
  • L'allevamento industriale è uno dei peggiori crimini della storia
    XR Italia • 18 Jan 2020
  • L’ambiente nel 2050: città allagate, migrazione forzata - e l’Amazzonia che si trasforma in savana
    di Jonathan Watts, editore scientifico del The Guardian • 04 Jan 2020
  • L'Australia registra il giorno più caldo di sempre - un giorno dopo il record precedente
    XR Italia • 21 Dec 2019
  • “Regali liberati” nel centro di Trento
    XR Italia • 20 Dec 2019
  • Con l’aumento delle temperature, lo strato di ghiaccio nel Mar Glaciale Artico sta scendendo a livelli 'allarmanti'
    Ian Sample, editore scientifico del The Guardian, trad. XR Italia • 17 Dec 2019
  • Restare uniti e rilanciare la ribellione: alla fine di COP25 parte la consultazione sulle Richieste globali di XR
    XR Italia • 14 Dec 2019
  • Guterres: gli impegni di Parigi non bastano, vanno aumentati di 5 volte
    XR Italia • 12 Dec 2019
  • Riscaldamento globale più diseguaglianza sociale = ricetta per il caos - basti guardare al Cile
    Maisa Rojas, coordinatrice scientifica della COP25, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • I colloqui della COP25 sul clima non riescono a far fronte all'urgenza della crisi
    Fiona Harvey - Madrid, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • Un appello dai genitori alla COP25
    XR Families Italia • 09 Dec 2019
  • Con FFF e Earth Strike per dire no alla Fast Fashion
    XR Lucca Pisa Livorno • 08 Dec 2019
  • Storica marcia per il clima: mezzo milione di persone in strada a Madrid
    XR Italia • 07 Dec 2019
  • Ultimatum per l'umanità: il tempo è quasi scaduto
    XR Italia • 06 Dec 2019
  • #UltimatumCOP25: Extinction Rebellion c’è
    XR Italia • 01 Dec 2019
  • La fame di essere ascoltati
    XR Milano • 30 Nov 2019
  • Cavalcata Ribelle 9 Novembre 2019
    Leonardo (XR Milano) • 10 Nov 2019
  • Corridoio umano contro la deforestazione
    XR Piemonte • 29 Oct 2019
  • XR Italia a fianco di chi evidenzia le responsabilità dell’industria della moda
    XR Italia • 28 Oct 2019
  • Più di cento personaggi del mondo dello spettacolo firmano una lettera aperta ai media per spalleggiare Extinction Rebellion
    XR Italia • 20 Oct 2019

  • XR Magazine
  • Nella lotta nonviolenta e nella disobbedienza civile vince l’ostinazione
    Fiorella Carollo • 04 Apr 2020
  • Se non ora quando? Che fine farà il “business as usual”?
    XR Italia • 01 Apr 2020
  • Picco per Capre
    di Luca Pardi e Jacopo Simonetta • 28 Mar 2020
  • Cosa abbiamo capito sul Covid-19
    Jacopo Simonetta • 21 Mar 2020
  • Ho avuto un'infanzia gloriosamente selvaggia.
    di Cressida Cowell, The New York Times • 17 Mar 2020
  • Non c'è alternativa a Facebook? Vi presentiamo i social ribelli
    XR Italia • 12 Mar 2020
  • E se smettessimo di fingere?
    Jonathan Franzen • 11 Mar 2020
  • Guarire la Terra guarendo noi stessi
    di Kaira Jewel Lingo • 04 Mar 2020
  • Di fronte all’inazione c’è solo la ribellione nonviolenta
    XR Italia • 29 Feb 2020
  • La piaga delle locuste è calata sull'Africa orientale. Il cambiamento climatico pare essere la causa.
    Madeleine Stone, trad. XR Italia • 26 Feb 2020
  • Una nuova, urgente "tabella di marcia per il recupero" potrebbe invertire l'apocalisse degli insetti
    Patrick Greenfield, tradotto da XR Italia • 10 Feb 2020
  • Non è una crisi (soltanto) climatica
    Marco Salvatori • 05 Feb 2020
  • REWILDING: una soluzione basata sulla natura
    A cura del Gruppo Nazionale Scientifico di XR Italia • 01 Feb 2020
  • “È una crisi, non un cambiamento”: le parole e le immagini per Dire la Verità
    XR Italia • 28 Jan 2020
  • Nel 2030 abbiamo posto fine all'emergenza climatica! Ecco come
    E. Holthaus, tradotto da XR Italia • 24 Jan 2020
  • I limiti alla crescita
    XR Italia • 21 Jan 2020
  • L'allevamento industriale è uno dei peggiori crimini della storia
    XR Italia • 18 Jan 2020
  • Bloody Fashion: cosa c'è dietro la capitale della Moda?
    XR Milano • 13 Jan 2020
  • Stop alla distruzione degli ecosistemi: salviamo le Alpi Apuane
    XR Toscana • 12 Jan 2020
  • La maledizione del marmo apuano
    Jacopo Simonetta • 09 Jan 2020
  • Il 2020 può essere l’anno in cui ricarichiamo noi stessi (e la natura)
    XR Italia • 09 Jan 2020
  • L’ambiente nel 2050: città allagate, migrazione forzata - e l’Amazzonia che si trasforma in savana
    di Jonathan Watts, editore scientifico del The Guardian • 04 Jan 2020
  • Carola Rackete, Il mondo che vogliamo. Appello all’ultima generazione, Milano, 2019, Garzanti.
    XR Italia • 03 Jan 2020
  • Riscaldamento globale più diseguaglianza sociale = ricetta per il caos - basti guardare al Cile
    Maisa Rojas, coordinatrice scientifica della COP25, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • Extinction Rebellion sta creando una nuova narrativa della crisi climatica ed ecologica
    Charlotte Du Cann, New York Times, trad. XR Italia • 09 Dec 2019
  • “Dichiarazione di emergenza climatica”: l’importanza di salvaguardare la biosfera e i servizi ecosistemici
    Jacopo Simonetta • 03 Dec 2019

  • Azioni
  • Extinction Rebellion e FFF: "Discobedience al balcone!"
    XR Italia • 20 Mar 2020
  • Io, anima estinta, vi racconto la mia apparizione terrena a Milano durante la Settimana della moda
    XR Italia • 25 Feb 2020
  • Extinction Rebellion Italia blocca il ponte dell’Accademia
    XR Italia • 23 Feb 2020
  • Discobedience lagunare
    XR Italia • 22 Feb 2020
  • Un'onda “diSCObbediente" vi seppellirà
    XR Italia • 21 Feb 2020
  • Dichiarazione di ribellione:
    XR Italia • 20 Feb 2020
  • È Ora di Concentrarsi: Meditazione Ribelle
    XR Piemonte • 20 Feb 2020
  • Partecipate alla sfilata delle Anime Estinte:
    XR Italia • 18 Feb 2020
  • Extinction Rebellion in azione a piazzale Flaminio nel giorno di San Valentino
    XR Italia • 14 Feb 2020
  • Cambiamo disco!
    XR Italia • 08 Feb 2020
  • L'Australia è in fiamme! Sit-in di Extinction Rebellion in piazza della Repubblica a Firenze
    XR Italia • 17 Jan 2020
  • Una trappola di fuoco davanti all’ambasciata australiana di Roma
    XR Italia • 15 Jan 2020
  • Bloody Fashion: cosa c'è dietro la capitale della Moda?
    XR Milano • 13 Jan 2020
  • Stop alla distruzione degli ecosistemi: salviamo le Alpi Apuane
    XR Toscana • 12 Jan 2020
  • “Regali liberati” nel centro di Trento
    XR Italia • 20 Dec 2019
  • Ultimatum alla Regione Piemonte
    XR Piemonte • 18 Dec 2019
  • Morti per il clima: performance di Extinction Rebellion al laghetto dell’EUR
    XR Italia • 15 Dec 2019
  • Due sub in pieno centro a Genova
    XR Genova • 11 Dec 2019
  • Sciopero Globale del 29 Novembre: arte e cortei a Torino
    XR Piemonte • 05 Dec 2019

  • Dicono di noi
  • Extinction Rebellion sta creando una nuova narrativa della crisi climatica ed ecologica
    Charlotte Du Cann, New York Times, trad. XR Italia • 09 Dec 2019

  • XR Families
  • Ho avuto un'infanzia gloriosamente selvaggia.
    di Cressida Cowell, The New York Times • 17 Mar 2020