Nella lotta nonviolenta e nella disobbedienza civile vince l’ostinazione

04 Apr 2020 - Fiorella Carollo
XR Magazine Letture Ribelli



Dall’antica Roma alle cosiddette “rivoluzioni colorate” la disobbedienza civile ci ha accompagnato per migliaia di anni rivelandosi uno strumento potente per combattere le ingiustizie; in questo articolo vi vogliamo parlare di Gene Sharp, studioso di disobbedienza civile, e di come essa si sia dimostrata una forma di protesta vittoriosa. Questo sarà il primo degli approfondimenti sulla disobbedienza civile nonviolenta, curati da Fiorella Carollo, autrice del libro “Extinction Rebellion e la rivoluzione ambientale”, in uscita per Multimage.

post-picture

La “disobbedienza civile”, cioè l’azione di disobbedienza o non-cooperazione, che infrange una norma o una legge allo scopo di palesare l’ingiustizia della stessa o di altre leggi, esiste da quando esiste una comunità.

Il guru della disobbedienza civile, Gene Sharp, per quaranta anni si è dedicato anima e corpo, dapprima a studiare le diverse e più efficaci forme di protesta nonviolenta, e poi ad aiutare le rivoluzioni, le proteste ad applicarle. Soprannominato il “Machiavelli della nonviolenza”, studiò meticolosamente la storia per classificare tutti i metodi di disobbedienza civile adottati con successo fin dai tempi degli antichi romani, ricerca pubblicata in un libro di 900 pagine. Sharp con questa ricerca volle dimostrare che le azioni di disobbedienza civile, come forma di protesta nonviolenta, esistevano da sempre, non erano un appannaggio di Gandhi come siamo abituati a pensare. Più volte oggetto di campagne denigratorie che lo accusavano di assoldare ex agenti della CIA o di essere un suo collaboratore, Sharp venne difeso pubblicamente a più riprese da intellettuali come Noam Chomsky e altri. Ma le sue idee sono diventate mainstream solo con l’inizio del millennio. Più volte nominato per il Nobel per la pace nel 2012 venne insignito con il nobel-alternativo, The Right Livelihood Award. Con gli anni divenne un pacifista sui generis infatti, come lui ricorda, alle conferenze veniva attaccato proprio dai pacifisti per le sue idee pragmatiche sulla nonviolenza. Nelle regioni dove una lotta, una guerriglia era in corso e dove quindi, più necessario diventava dimostrare l’efficacia della lotta nonviolenta, Sharp mandava i suoi collaboratori ad istruire i ribelli sulle tecniche affinché deponessero le armi ed abbracciassero invece la strategia nonviolenta. Sharp era convinto che una programmazione strategica di azioni nonviolente fosse estremamente efficace nella lotta come sostituto della violenza, come sostituto della guerra. Universalmente riconosciuto come il maggior teorico dell’azione nonviolenta, Sharp ha classificato 198 tecniche di disobbedienza civile, in un libricino che ha fatto il giro del mondo “Dalla dittatura alla democrazia”, uscito nel 19931. Originariamente una vera e propria guida per sovvertire le dittature, fu messo a punto per aiutare un colonnello ribelle Karen in lotta decennale con la dittatura birmana. Il libro divenne virale dapprima in Asia con grande sorpresa dello stesso autore, per 20 anni girò clandestinamente in una quarantina di paesi. Negli anni ha aiutato molte rivoluzioni a nascere e uscire vittoriose, le più note sono quelle degli stati post-comunisti, le cosiddette “rivoluzioni colorate”: le proteste in Serbia del movimento Otpornel 2000 che rovesciarono il regime di Milosevic, “la rivoluzione delle rose” in Georgia nel 2003 e “la rivoluzione arancione” in Ucraina nel 2004. Recentemente la ricercatrice statunitense Erica Chenoweth2 ha avallato con le sue ricerche le tesi di Sharp che le proteste nonviolente sono coronate dal successo più di quelle violente.

post-picture

Venuto a mancare nel gennaio 2018 a Boston dove ha sempre vissuto, la sua casa, una modesta casetta a schiera di poche stanze in un quartiere popolare di East Boston, era anche la sede dell’Einstein Institute che fondò dopo la sua carriera di studioso universitario. Oggi la sua opera continua a vivere grazie all’impegno di Jamila Raqib direttrice dell’Einstein Institute e sua collaboratrice per quasi venti anni. Attivissima conferenziera e TED talker, Jamila3 spesso inizia i suoi discorsi sottolineando che lo strumento più potente che abbiamo per esprimere il nostro dissenso non sono i carri armati o il lanciarazzi ma la capacità degli esseri umani di disobbedire e rifiutarsi di sottomettersi all’ingiustizia e all’oppressione. Si tratta di trasferire in termini politici, in lotta sociale, quell’aspetto umano che tutti abbiamo: l’ostinazione. L’ostinazione diventa la prima qualità del dissidente, del ribelle, dell’attivista così come il potere del no è la base fondante dell’azione nonviolenta. Come spesso ricorda Gail Bradbrook di Extinction Rebellion, l’abolizione della schiavitù in Inghilterra nel 1833 si deve alla ostinata tenacia di William Wilberforce e dei suoi compagni, un gruppo di persone per lo più di fede evangelica, che per ventitré anni hanno occupato i seggi del parlamento inglese facendo lobby per la loro causa. Quando alla fine sono riusciti a vincere, non fu ahimè perché convinsero il Parlamento ma solo grazie ad uno stratagemma, riuscirono ad allontanare alcuni parlamentari conservatori dall’aula dove era in corso la votazione, fu così che passò il loro emendamento4. Allo stesso modo Gail ci ricorda che anche le lotte per i diritti civili combattute in America, e in Inghilterra dalle suffragettes, sono state lotte estremamente radicali perché si confrontavano con un sistema politico, sociale, culturale che non era per niente disposto ad accordare quei diritti.

post-picture

Jamila nelle sue conferenze ripropone un assunto fondante del pensiero di Gene Sharp, che il potere del no si può efficacemente esprimere con azioni non-cooperative. Un governo per funzionare ha bisogno della collaborazione e dell’obbedienza dei suoi cittadini che lavorano nei molti sistemi che lo compongono non solo quello militare ma anche quello giudiziario, informatico, ministeriale, dei trasporti. Basta che un solo gruppo dei molti che compongono l’ingranaggio si rifiuti di (co)operare e l’intero sistema si blocca. Prendiamo ad esempio gli organi di stampa, in molti stati non democratici gli organi di stampa sono uno strumento della propaganda governativa. Ma anche i cittadini hanno il potere di rifiutarsi di ascoltare la propaganda ed è quello che è successo in Polonia negli anni 80. I polacchi all’orario in cui il governo trasmetteva la propaganda di Stato uscivano per le strade con i loro televisori per “portarli a passeggio” su mezzi di fortuna che andavano dalle carrozzine, ai trolley del supermercato, alle cariole, per dimostrare la loro non-cooperazione al sistema senza però incorrere in sanzioni.

Siamo in un momento molto importante a livello mondiale, la lotta nonviolenta è usata sempre più spesso in modi nuovi e creativi. In Uganda ad esempio le donne si sono opposte ai soldati che venivano a confiscare le loro terre denudandosi. In Uganda porta male vedere una donna anziana nuda, il risultato di quest’azione fu che i soldati si rifiutarono di sparare e se ne andarono.

Gli strumenti per condurre una lotta nonviolenta efficace esistono, non solo, vengono migliorati e raffinati di giorno in giorno. Sono finiti i tempi in cui i nonviolenti venivano giudicati degli ingenui o dagli utopisti. I regimi abbattuti, le rivoluzioni riuscite, le proteste efficaci, sono ormai sotto gli occhi di tutti.

Extinction Rebellion ha scelto la protesta nonviolenta per imporre al centro dell’agenda politica nuove politiche per contrastare il cambiamento climatico e la distruzione degli ecosistemi in tempi brevi. Dal 15 aprile 2019 e per dieci giorni XR UK ha bloccato con azioni nonviolente i centri economici e politici di Londra5.È proprio grazie alla scelta nonviolenta, a cui XR UK è riuscita ad attenersi con grande disciplina e fermezza, per dieci giorni, che dopo quelle battaglie il 67% della popolazione si è dichiarata favorevole alle richieste di XR e ha affermato che c’è un’emergenza ambientale che il governo deve affrontare. In effetti dopo quelle proteste nonviolente la Gran Bretagna è stato il primo Paese al mondo a dichiarare l’emergenza climatica ed ecologica, cosa che ha avuto effetto, ad esempio, sulla sentenza che ha bloccato l’ampliamento dell’aeroporto di Heathrow. Molti tra gli esponenti britannici di XR dicono candidamente che sono disposti ad infrangere la legge per ottenere quello che vogliono e non hanno nessun senso di colpa nel farlo se considerano che dall’altra parte hanno un governo che illegittimamente e serenamente sta conducendo tutti per una strada che porterà alla distruzione6.

“La battaglia più importante si combatte spesso nel campo

dell’immaginazione collettiva, in parte la si vince

con i libri, le idee, le canzoni, i discorsi.”(Rebecca Solnit)7

La fonte di questo articolo

Questo articolo è un rifacimento di alcune parti del libro di Fiorella Carollo in uscita “Extinction Rebellion e la rivoluzione ambientale”, Multimage, 2020.

  1. consiglio il video “How to start a revolution” 

  2. vedi i suoi TedTalks 

  3. https://www.youtube.com/watch?v=dcBZxqiqVfE 

  4. Vedi il film Amazing Grace (2006) 

  5. Ad esempio il ponte di Waterloo è stato bloccato al traffico e trasformato in un ponte giardino con alberi e fiori. A Oxford Circus migliaia di manifestanti hanno portato un modello di barca a grandezza naturale con la scritta sul lato “Dite la verità”. A Piccadilly Circus la sezione giovanile del movimento ha tenuto un sit-in di protesta. In Parliament Square circa duemila persone si sono riunite sotto un mare di bandiere, cartelli e striscioni… 

  6. https://tube.rebellion.global/videos/watch/22aa25bb-6926-4bae-8361-f1d8b0723a3b 

  7. Rebecca Solnit riflette sul significato della protesta, una lettura interessante 

Ultimi Articoli
  • Perché continuiamo a considerare il legname energia rinnovabile?
    Jacopo Simonetta, ecologo • 30 May 2020
  • Libri per amare il Pianeta e ribellarsi in suo nome
    Redazione magazine • 27 May 2020
  • Come superare l'ecoansia e affrontare la crisi climatica ed ecologica
    Emma Marris, New York Times • 24 May 2020
  • Tutti i post...

    categorie
    Formazione
  • Learning Rebellion
    Daniele e Camilla • 13 Jun 2019

  • Ribellione Internazionale
  • Settimana della Ribellione
    XR Italia • 16 Sep 2019
  • Crowdfunding: Sostieni la Ribellione!
    XR Italia • 13 Sep 2019

  • Notizie
  • COVID-19: Misure di stimolo per salvare vite, proteggere i mezzi di sussistenza e salvaguardare la natura per ridurre il rischio di future pandemie
    Degli Esperti IPBES Professors Josef Settele, Sandra Díaz and Eduardo Brondizio and Dr. Peter Daszak • 09 May 2020
  • Cosa abbiamo capito sul Covid-19
    Jacopo Simonetta • 21 Mar 2020
  • Extinction Rebellion e FFF: "Discobedience al balcone!"
    XR Italia • 20 Mar 2020
  • Extinction Rebellion plaude alla capacità della comunità internazionale di agire con urgenza
    XR Italia • 16 Mar 2020
  • Perché non trattiamo la crisi climatica con la stessa urgenza del Coronavirus ?
    Owen Jones, The Guardian • 09 Mar 2020
  • Le donne nel mondo denunciano l'impatto sproporzionato del cambiamento climatico sulle donne
    XR Italia • 07 Mar 2020
  • Se lo stato non ci protegge, facciamo causa allo stato!
    di Carolina Pozzo • 05 Mar 2020
  • Di fronte all’inazione c’è solo la ribellione nonviolenta
    XR Italia • 29 Feb 2020
  • E se questo fosse il punto di svolta?
    XR Italia • 28 Feb 2020
  • La piaga delle locuste è calata sull'Africa orientale. Il cambiamento climatico pare essere la causa.
    Madeleine Stone, trad. XR Italia • 26 Feb 2020
  • Io, anima estinta, vi racconto la mia apparizione terrena a Milano durante la Settimana della moda
    XR Italia • 25 Feb 2020
  • Discobedience lagunare
    XR Italia • 22 Feb 2020
  • Un'onda “diSCObbediente" vi seppellirà
    XR Italia • 21 Feb 2020
  • Dichiarazione di ribellione:
    XR Italia • 20 Feb 2020
  • È Ora di Concentrarsi: Meditazione Ribelle
    XR Piemonte • 20 Feb 2020
  • Non c’è Carnevale in fondo al mare
    XR Italia • 19 Feb 2020
  • Partecipate alla sfilata delle Anime Estinte:
    XR Italia • 18 Feb 2020
  • Come boicottare il settore tessile in poche semplici mosse
    XR Italia • 15 Feb 2020
  • Una nuova, urgente "tabella di marcia per il recupero" potrebbe invertire l'apocalisse degli insetti
    Patrick Greenfield, tradotto da XR Italia • 10 Feb 2020
  • Workshop di design collaborativo
    XR Italia • 07 Feb 2020
  • Non è una crisi (soltanto) climatica
    Marco Salvatori • 05 Feb 2020
  • Lettere d'amore a madre Terra
    XR Families Italia • 30 Jan 2020
  • L'allevamento industriale è uno dei peggiori crimini della storia
    XR Italia • 18 Jan 2020
  • L’ambiente nel 2050: città allagate, migrazione forzata - e l’Amazzonia che si trasforma in savana
    di Jonathan Watts, editore scientifico del The Guardian • 04 Jan 2020
  • L'Australia registra il giorno più caldo di sempre - un giorno dopo il record precedente
    XR Italia • 21 Dec 2019
  • “Regali liberati” nel centro di Trento
    XR Italia • 20 Dec 2019
  • Con l’aumento delle temperature, lo strato di ghiaccio nel Mar Glaciale Artico sta scendendo a livelli 'allarmanti'
    Ian Sample, editore scientifico del The Guardian, trad. XR Italia • 17 Dec 2019
  • Restare uniti e rilanciare la ribellione: alla fine di COP25 parte la consultazione sulle Richieste globali di XR
    XR Italia • 14 Dec 2019
  • Guterres: gli impegni di Parigi non bastano, vanno aumentati di 5 volte
    XR Italia • 12 Dec 2019
  • Riscaldamento globale più diseguaglianza sociale = ricetta per il caos - basti guardare al Cile
    Maisa Rojas, coordinatrice scientifica della COP25, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • I colloqui della COP25 sul clima non riescono a far fronte all'urgenza della crisi
    Fiona Harvey - Madrid, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • Un appello dai genitori alla COP25
    XR Families Italia • 09 Dec 2019
  • Con FFF e Earth Strike per dire no alla Fast Fashion
    XR Lucca Pisa Livorno • 08 Dec 2019
  • Storica marcia per il clima: mezzo milione di persone in strada a Madrid
    XR Italia • 07 Dec 2019
  • Ultimatum per l'umanità: il tempo è quasi scaduto
    XR Italia • 06 Dec 2019
  • #UltimatumCOP25: Extinction Rebellion c’è
    XR Italia • 01 Dec 2019
  • La fame di essere ascoltati
    XR Milano • 30 Nov 2019
  • Cavalcata Ribelle 9 Novembre 2019
    Leonardo (XR Milano) • 10 Nov 2019
  • Corridoio umano contro la deforestazione
    XR Piemonte • 29 Oct 2019
  • XR Italia a fianco di chi evidenzia le responsabilità dell’industria della moda
    XR Italia • 28 Oct 2019
  • Più di cento personaggi del mondo dello spettacolo firmano una lettera aperta ai media per spalleggiare Extinction Rebellion
    XR Italia • 20 Oct 2019

  • XR Magazine
  • Perché continuiamo a considerare il legname energia rinnovabile?
    Jacopo Simonetta, ecologo • 30 May 2020
  • Libri per amare il Pianeta e ribellarsi in suo nome
    Redazione magazine • 27 May 2020
  • Phap man - Un invito all'azione compassionevole
    XR Italia • 23 May 2020
  • È tempo di sfoderare le nostre ambizioni
    XR Italia • 20 May 2020
  • I pasti dei ricchi che continuano ad includere animali selvatici nei menù
    XR Italia • 16 May 2020
  • Una nuova speranza: intervista a Jacopo Simonetta
    XR Italia, Jacopo Simonetta • 13 May 2020
  • La sesta ondata di estinzioni di massa: perché dovrebbe importarcene qualcosa?
    Gianluca Serra • 06 May 2020
  • DEMOCRAZIA E STATO DI ECCEZIONE: CHI DECIDE NELL’EMERGENZA?
    di pav locc • 02 May 2020
  • La crisi climatica ed ecologica non va in quarantena. I Romanzi per imparare dalla catastrofe
    di Sara Varcasia e Filippo Fassina • 30 Apr 2020
  • Abbiamo visto che cosa è possibile fare e non possiamo tornare alla normalità
    Di Clare Farrell, co-fondatrice di Extinction Rebellion. • 25 Apr 2020
  • La crisi climatica ed ecologica non va in quarantena. I saggi per imparare dalla catastrofe
    di Sara Varcasia e Filippo Fassina • 23 Apr 2020
  • La "regola del 3,5%": come una piccola minoranza può cambiare il mondo
    XR Italia • 18 Apr 2020
  • La crisi climatica ed ecologica non va in quarantena. I film per imparare dalla catastrofe
    di Filippo Fassina e Sara Varcasia • 15 Apr 2020
  • 2019: l’anno ribelle
    Fiorella Carollo • 11 Apr 2020
  • La crisi climatica ed ecologica non va in quarantena. I documentari per imparare dalla catastrofe
    di Sara Varcasia e Filippo Fassina • 08 Apr 2020
  • Nella lotta nonviolenta e nella disobbedienza civile vince l’ostinazione
    Fiorella Carollo • 04 Apr 2020
  • Se non ora quando? Che fine farà il “business as usual”?
    XR Italia • 01 Apr 2020
  • Picco per Capre
    di Luca Pardi e Jacopo Simonetta • 28 Mar 2020
  • Cosa abbiamo capito sul Covid-19
    Jacopo Simonetta • 21 Mar 2020
  • Ho avuto un'infanzia gloriosamente selvaggia.
    di Cressida Cowell, The New York Times • 17 Mar 2020
  • Non c'è alternativa a Facebook? Vi presentiamo i social ribelli
    XR Italia • 12 Mar 2020
  • E se smettessimo di fingere?
    Jonathan Franzen • 11 Mar 2020
  • Guarire la Terra guarendo noi stessi
    di Kaira Jewel Lingo • 04 Mar 2020
  • Di fronte all’inazione c’è solo la ribellione nonviolenta
    XR Italia • 29 Feb 2020
  • La piaga delle locuste è calata sull'Africa orientale. Il cambiamento climatico pare essere la causa.
    Madeleine Stone, trad. XR Italia • 26 Feb 2020
  • Una nuova, urgente "tabella di marcia per il recupero" potrebbe invertire l'apocalisse degli insetti
    Patrick Greenfield, tradotto da XR Italia • 10 Feb 2020
  • Non è una crisi (soltanto) climatica
    Marco Salvatori • 05 Feb 2020
  • REWILDING: una soluzione basata sulla natura
    A cura del Gruppo Nazionale Scientifico di XR Italia • 01 Feb 2020
  • “È una crisi, non un cambiamento”: le parole e le immagini per Dire la Verità
    XR Italia • 28 Jan 2020
  • Nel 2030 abbiamo posto fine all'emergenza climatica! Ecco come
    E. Holthaus, tradotto da XR Italia • 24 Jan 2020
  • I limiti alla crescita
    XR Italia • 21 Jan 2020
  • L'allevamento industriale è uno dei peggiori crimini della storia
    XR Italia • 18 Jan 2020
  • Bloody Fashion: cosa c'è dietro la capitale della Moda?
    XR Milano • 13 Jan 2020
  • Stop alla distruzione degli ecosistemi: salviamo le Alpi Apuane
    XR Toscana • 12 Jan 2020
  • La maledizione del marmo apuano
    Jacopo Simonetta • 09 Jan 2020
  • Il 2020 può essere l’anno in cui ricarichiamo noi stessi (e la natura)
    XR Italia • 09 Jan 2020
  • L’ambiente nel 2050: città allagate, migrazione forzata - e l’Amazzonia che si trasforma in savana
    di Jonathan Watts, editore scientifico del The Guardian • 04 Jan 2020
  • Carola Rackete, Il mondo che vogliamo. Appello all’ultima generazione, Milano, 2019, Garzanti.
    XR Italia • 03 Jan 2020
  • Riscaldamento globale più diseguaglianza sociale = ricetta per il caos - basti guardare al Cile
    Maisa Rojas, coordinatrice scientifica della COP25, trad. XR Italia • 10 Dec 2019
  • Extinction Rebellion sta creando una nuova narrativa della crisi climatica ed ecologica
    Charlotte Du Cann, New York Times, trad. XR Italia • 09 Dec 2019
  • “Dichiarazione di emergenza climatica”: l’importanza di salvaguardare la biosfera e i servizi ecosistemici
    Jacopo Simonetta • 03 Dec 2019

  • Azioni
  • Extinction Rebellion e FFF: "Discobedience al balcone!"
    XR Italia • 20 Mar 2020
  • Io, anima estinta, vi racconto la mia apparizione terrena a Milano durante la Settimana della moda
    XR Italia • 25 Feb 2020
  • Extinction Rebellion Italia blocca il ponte dell’Accademia
    XR Italia • 23 Feb 2020
  • Discobedience lagunare
    XR Italia • 22 Feb 2020
  • Un'onda “diSCObbediente" vi seppellirà
    XR Italia • 21 Feb 2020
  • Dichiarazione di ribellione:
    XR Italia • 20 Feb 2020
  • È Ora di Concentrarsi: Meditazione Ribelle
    XR Piemonte • 20 Feb 2020
  • Partecipate alla sfilata delle Anime Estinte:
    XR Italia • 18 Feb 2020
  • Extinction Rebellion in azione a piazzale Flaminio nel giorno di San Valentino
    XR Italia • 14 Feb 2020
  • Cambiamo disco!
    XR Italia • 08 Feb 2020
  • L'Australia è in fiamme! Sit-in di Extinction Rebellion in piazza della Repubblica a Firenze
    XR Italia • 17 Jan 2020
  • Una trappola di fuoco davanti all’ambasciata australiana di Roma
    XR Italia • 15 Jan 2020
  • Bloody Fashion: cosa c'è dietro la capitale della Moda?
    XR Milano • 13 Jan 2020
  • Stop alla distruzione degli ecosistemi: salviamo le Alpi Apuane
    XR Toscana • 12 Jan 2020
  • “Regali liberati” nel centro di Trento
    XR Italia • 20 Dec 2019
  • Ultimatum alla Regione Piemonte
    XR Piemonte • 18 Dec 2019
  • Morti per il clima: performance di Extinction Rebellion al laghetto dell’EUR
    XR Italia • 15 Dec 2019
  • Due sub in pieno centro a Genova
    XR Genova • 11 Dec 2019
  • Sciopero Globale del 29 Novembre: arte e cortei a Torino
    XR Piemonte • 05 Dec 2019

  • Dicono di noi
  • Extinction Rebellion sta creando una nuova narrativa della crisi climatica ed ecologica
    Charlotte Du Cann, New York Times, trad. XR Italia • 09 Dec 2019

  • XR Families
  • Come superare l'ecoansia e affrontare la crisi climatica ed ecologica
    Emma Marris, New York Times • 24 May 2020
  • Lasciateli giocare
    Peter Gray • 17 May 2020
  • Una Guida per i Genitori sulla Crisi Climatica ed Ecologica
    XR Italia • 10 May 2020
  • Confrontarsi con l'apprendimento e il gioco a casa dei figli
    XR Italia • 03 May 2020
  • Crescere bambini e bambine forti e resilienti nell'epoca della crisi climatica ed ecologica
    XR Families Italia • 24 Apr 2020
  • Riconoscere l'ansia nei bambini.
    Alexandra Harris, Parenting per Wholeness Parenting Coach • 16 Apr 2020
  • Ho avuto un'infanzia gloriosamente selvaggia.
    di Cressida Cowell, The New York Times • 17 Mar 2020